Auto Drone

L’auto del futuro con il pacchetto drone incluso

Molti passi avanti sono stati fatti dalle case automobilistiche per rendere la guida più semplice e automatizzata.
La Tesla ha lanciato l’auto con pilota automatico, la Elon Musk propone l’Hyperloop, Toyota, Bmw e Daimler investono miliardi in tecnologie che potrebbero portare gli essere umani a togliere le mani dal volante.

Ma c’è un’altra tecnologia che dominerà il futuro della navigazione autonoma: il drone.

La casa automobilistica Ford sta infatti lavorando, insieme agli ingegneri della Silicon Valley, ad un nuovo step della guida autonoma, attraverso l’ausilio di un drone incaricato di controllare l’area intorno alla vettura.

Grazie a questa tecnologia, il drone potrà segnalare ai passeggeri cosa li circonda, individuare eventuali ostacoli o ingorghi, sfruttando il sistema di infotainment/navigazione e raggiungendo punti in cui i sensori dell’automobile non potrebbero arrivare.

Secondo Ford, quindi, l’uso di droni potrebbe essere importante per permettere alle auto di addentrarsi in zone non mappate e sulle lunghe distanze, per esempio le infinite autostrade americane. “Ad un certo punto – ha dichiarato Alan Hall, portavoce del dipartimento di sviluppo tecnologico di Ford – la gente vorrà portare anche le auto autonome nei boschi e in zone fuori dalle mappe, dove non ci sono strade. A quel punto saranno i droni a guidarli”.

A inizi 2016 Ford e la multinazionale DJI hanno indetto un concorso rivolto ai programmatori, in cui veniva chiesto di verificare se un drone fosse stato in grado di volare da un veicolo in movimento e farne ritorno. L’idea era quella di constatare se il drone avesse potuto utilizzare le sue camere, per guidare un veicolo dentro e fuori una zona in cui comunicazioni e strade erano stato distrutte o interrotte.
Solo uno dei 10 partecipanti è riuscito nell’intento. Il programmatore è riuscito a lanciare un drone da un pick-up in movimento, un Ford F-150, che ha poi fatto ritorno dopo aver completato il compito assegnato.