DJI lancia fotocamera digitale per applicazioni industriali

DJI Zenmuse Z30

DJI ha lanciato lo Zenmuse Z30, la sua più potente fotocamera con zoom integrato per riprese aeree, sbloccando nuove possibilità per applicazioni industriali.

L’azienda leader nel settore delle riprese aeree ha detto che le capacità di zoom dello Z30 fanno sì che possa raccogliere i dati visivi precisi da oltre 100 metri e concentrarsi sui dettagli estremamente precisi da distante.

“La capacità dello Zenmuse Z30 per l’acquisizione dei dati di immagini è senza precedenti”, ha detto Paul Xu, direttore della DJI Enterprise Solutions. “Con la sua gamma estesa, i clienti aziendali possono effettuare ispezioni a livello di millimetro senza bisogno di volare vicino, garantendo un’elevata sicurezza del volo, aumentando la velocità e l’efficienza.”

Lo Zenmuse Z30 si integra perfettamente con il telaio del DJI Matrice. Funziona già appena fuori dalla confezione, offrendo uno zoom ottico fino a 30x e uno zoom digitale addizionale fino a 6x. E’ in grado di stabilizzare entro 0.01 gradi.

Gli utenti possono zoommare con un semplice tocco del dito. Lo Zenmuse Z30 è completamente integrato nella applicazione DJI Go. Con la nuova funzione TapZoom, il gimbal può riorientarsi verso l’oggetto con un tocco sullo schermo. Ad ogni tocco, la fotocamera Z30 regola automaticamente la lunghezza focale per dare una visuale ingrandita.
Lo Zenmuse Z30 offre agli utenti servizi di ispezione più veloci, più sicuri e più precisi. Per le ispezioni delle cellule sulle torri, i telai di velivoli equipaggiati con la fotocamera Z30 possono operare ben oltre la gamma di campi elettromagnetici di telefonia mobile e inviare in tempo reale le immagini ad ingegneri in tutto il mondo. Si tratta di una valida alternativa rispetto ai controlli manuali più pericolosi.

Lo Z30 può anche rimanere a distanza di sicurezza durante il controllo di una turbina a vento, mostrando ancora la condizione di parti vitali in dettaglio. Con la funzione di monitoraggio “Punto di interesse”, il velivolo gira intorno alla turbina mantenendo l’oggetto al centro dell’inquadratura della fotocamera.

I primi soccorritori dovrebbero ora essere in grado di utilizzare lo zoom 30x per ottenere rapidamente una visione d’insieme di una scena e di raccogliere informazioni accurate e specifiche per pianificare meglio le loro operazioni di soccorso.